Blog


HOME

  

IL RITORNO ALLE GARE DI SKI-ALP DELLA SQUADRA DEGLI "EX PENSIONADOS" ( NICOLINI - OPRANDI) IN OCCASIONE DEL CIRCUITO DELLA GRAND COURSE PER LE STAGIONI 2011-2012

 

domenica 3 aprile 2011

 

conferenze

 
 
CONFERENZE PRIMAVERA 2011

 

 

VENERDI 27 MAGGIO ALLE ORE 21 CONFERENZA DAL TITOLO " LIBERO DI CONCATENARE " PRESSO L'ASSOCIAZIONE CULTURA E SVILUPPO IN VIALE TERESA MICHEL 2 A ALESSANDRIA

ORGANIZZA IL C.A.I. DI ALESSANDRIA

Libero di Concatenare


“Libero e Veloce”
. Da sempre, è stato questo il mio modo d’interpretare l’alpinismo e i concatenamenti, da “Via Dolomieu” a “Linea 4000”.
La velocità mi ha permesso di ridurre i tempi di permanenza nelle zone pericolose, aumentando cosi la mia sicurezza, ma soprattutto mi ha consentito di concatenare più cime nella stessa giornata, facendomi percepire una dimensione diversa dello spazio, dove le montagne appaiono più vicine e accessibili.
La velocità è stata la condizione attraverso la quale ho raggiunto in montagna uno stato di piena libertà. La libertà dagli schemi tradizionali dell’alpinismo. La libertà di muovermi leggero, con un’attrezzatura minima anche alle alte quote. La Libertà di arrampicare “legato” alla parete solo con le mani e i piedi. Aquista il libro, è già disponiblie.
 

DOLOMITI LEGEND un grande tributo per “EL BRUNO“

leggi tutto il resoconto nella sezione "Avventure"
 

Per pura coincidenza, questo nostro progetto si è realizzato proprio nell'"Anno delle Dolomiti" e grazie a questa particolare attenzione che viene dedicata alle nostre montagne, abbiamo trovato un seguito inaspettato (almeno per quanto riguarda il nostro mondo) con blog, mail ecc.

Vogliamo ricordare ancora una volta che l’idea è partita dalla volontà di ricordare il grande Bruno Detassis, "Il Re del Brenta", per le incredibili Vie aperte in anni di esplorazione delle pareti.

Da qui “DOLOMITI LEGEND” un grande tributo per “ EL BRUNO” per rivivere lo stile di chi, in un momento in cui l'alpinismo non fa notizia se non perchè dimostra record estremi, molto spesso legati a fatti anche luttuosi, ha pensato alla purezza e alla libertà dell'arrampicata senza condizionamenti.
E proprio in contraddizione con il nostro stile che abbiamo preferito non fare del tempo un parametro. L'unico parametro è la libertà.

26 aprile 2009 - Due belle e intense giornate nel Brenta Settentrionale

Con un innevamento eccezionale e con condizioni niveo-meteo ottime all’inizio della primavera del 2009 con l’amico Omar Oprandi abbiamo progettato un paio di uscite interessanti nel gruppo di Brenta settentrionale.
Con Omar, una vecchia amicizia cominciata con il nostro impegno nello scialpinismo agonistico, con la partecipazione e qualche vittoria in gare nazionali ma soprattutto con lo stesso modo di pensare l’approccio alla montagna.
Un approccio sportivo, fatto di tanta preparazione, anche i concatenamenti come quello pensato e compiuto nella primavera del 1997 dove da casa abbiamo salito la Cima Tosa discesa dalla Val Brenta trasferimento in bicicletta in Val Nambrone quindi risalita alla Cima Presanella e infine discesa per la parete N. di Cima Vermiglio con un disl. di 5000m in 12 ore c.a.

Quest’anno il 26 di aprile siamo rimasti nel nostro Brenta e ci siamo inventati un bellissimo itinerario di scialpinismo evoluto lungo i canali e le creste della catena settentrionale ben innevati.

Le Vie di Bruno Detassis

 

Le Vie di Bruno Detassis fatte

-----------------------------------

- Prima giornata d’arrampicata. - Partenza dal Rif. Croz Altissimo. - 19.07.09 -

01 - 126e - 4° CAMPANILE DEGLI ARMI ca 2660 m - SPIGOLO N.E. - B. Detassis, Ziza DeGrandi, Paolo Graffer, Vittorio Tranquillini - 01 08 1939 - IV° “difficile” - 200 m
Guida Castiglioni: Elegante arrampicata, molto esposta, su roccia ottima.
Immersa in un ambiente solitario e selvaggio la Via si presenta difficile soprattutto nella parte bassa sul primo e secondo tiro, mentre nella parte superiore non presenta una roccia buona. Qui è possibile salire ovunque. La Via è senza chiodi, e noi ne abbiamo lasciato uno sullo strapiombo iniziale… come si faceva una volta: per lasciare il segno di averla fatta.

02 - 125c - CIMA DEGLI ARMI BASSA 2706 m - CRESTA E. - B. Detassis, Renata Sutter - 28 07 1942 - IV-° - 220 m
Guida Castiglioni: Arrampicata abbastanza varia e divertente, in ambiente solitario.
Anche questa è immersa in un ambiente solitario e selvaggio. La Via è facile ed “esplorativa“ che sale sullo “spallone” della Cresta Est. Abbastanza logica nella parte bassa poi dispersiva in alto. La parete, malgrado il fatto che sia poco o nulla conosciuta, è costituita da una roccia abbastanza buona. “Logicamente” una Via senza chiodi.

03 - 98h - CROZ DEL RIFUGIO - CAMPANILE TERESA 2615 m - SPIGOLO S.O. - B. Detassis, Pino Fox - 13 09 1935 - IV° - 120 m
Guida Castiglioni: Arrampicata assai esposta ed elegante, che supera il marcato e ripido spigolo che si profila guardando dal rifugio Pedrotti.
Via logica e conosciuta che si svolge sullo spigolo del campanile. Logica nel diedro in basso poi basta seguire lo spigolo. Qui, infatti c’è la possibilità di alcune varianti soprattutto sulla destra. Roccia buona. Chiodi in alcuni passaggi.

DISLIVELLO CAMMINATA SALITA Rif. Croz Altissimo 1430 m - allacciamento sentiero Orsi 2500 c., attacchi, uscite e ritorni. - Totale: 1400 m
DISLIVELLO ARRAMPICATA 540 m
DISLIVELLO CAMMINATA DISCESA Terminata al Rif. Pedrotti 2491 m. - Totale: 600 m

-----------------------------------

Conferenze


 

CONFERENZE 2011

 

VENERDI 21 GENNAIO CONFERENZA  DAL TITOLO "LIBERO DI CONCATENARE" ORGANIZZA C.A.O. COMO PRESSO AUDITORIUM DEL COLLEGIO GALLIO DI COMO ALLE ORE 21